PRESENTAZIONE
COLLABORAZIONI
OLISMO
MOVIMENTO E VITA
INDICAZIONI DI PERCORSO

MOVIMENTO E VITA

NaturaOlistica.it si adopera per costituire fertili e solide basi affinché i semi della verità e della giustizia universale possano crescere e diffondersi nei diversi singoli esseri che costituiscono l’Organismo umano unitario.

Tutto è a due facce, tutto ha due poli, tutto ha la sua coppia di opposti. Uguale e disuguale sono la stessa cosa. Gli opposti sono identici in natura, solo diversi di grado; gli estremi si toccano; tutte le verità sono soltanto mezze verità; tutte le contraddizioni possono essere composte (Kybalion).
Ad ogni concetto corrisponde un concetto opposto e normalmente siamo del parere che si escludano a vicenda, ma è qui che ci sbagliamo. La realtà è unitaria ma la vediamo in forma di opposti.
Il ritmo del respiro è l'immagine del ritmo della polarità, perché un polo produce l'altro. Luce e tenebra si confrontano. Tuttavia una dipende dall’altra come il passo della gamba destra da quello della sinistra (Sandokai, uno dei testi base dello zen).
Finché ci si pone a favore di qualcosa e contro qualcos’altro si distrugge l’unità.
Ogni atteggiamento pro o contro qualcosa è fissità. La vita è movimento ma la fissità impedisce il movimento.
Un’utile tecnica esoterica per superare la rigidità mentale consiste nel ribaltamento di tutte le proprie opinioni e di tutte le proprie idee. Si sostiene l'opposto di ciò che si pensa, fino a quando non nasce un terzo punto di vista superiore.
Infatti ogni affermazione può esprimere solo un aspetto della realtà. Per descriverla tutta occorre anche il polo opposto. Quindi qualunque cosa si dica sulla realtà è un paradosso, è incompleto e comprende solo un aspetto parziale della stessa.
Il ritmo è un elemento essenziale per la vita e dal profondo legame tra ritmo e movimento si può dedurre che ogni immobilità che impedisca il movimento sia ostile alla vita. Ogni opinione o idea fissa, in qualunque campo sia, limita comunque l’evoluzione.
In base alla legge della polarità, tutto ciò che esiste ha il diritto di esistere.
Non si deve credere a niente, non si deve cercare niente, ma solo aprire gli occhi e imparare a guardare e a vedere, perché la verità è ovunque.

Pag. Precedente
Pag. Successiva